Cani
Consigli sull'adozione

"Adozione di cani di taglia grande: mitigare i pregiudizi e dare una chance"

Sono giganti buoni, ma molto spesso non vengono percepiti così. L’adozione di cani di taglia grande è quella che spaventa di più, perché non se ne conoscono le caratteristiche. Con questo articolo sfateremo tanti falsi miti, per aiutarti a fare una scelta consapevole.

Immagine profilo autore
Team Empethy
Instagram
FacebookLinkedInWhatsApp
Immagine articolo blog Empethy

Quando si pensa di adottare un cane grande l’immaginario più comune che invade la nostra mente è quello di un elefante in una cristalleria. La cristalleria ovviamente rappresenta la nostra casa e la nostra vita. Ma i cani di taglia grande da adottare non necessitano necessariamente di spazi immensi in cui vivere e, soprattutto, non hanno un carattere che corrisponde ai pregiudizi che spesso si hanno su di loro. La verità è che presentano sicuramente tante caratteristiche specifiche che è bene conoscere, per non sottovalutare l’impegno di un’adozione, ma anche tanti vantaggi che il più delle volte non vengono considerati. In primis, un temperamento docile e coccolone. Altro che feroce! Approfondiamo quindi insieme questo aspetto dell’adozione di cani perché è davvero un peccato che in molti rifugi siano proprio questi amici “di un certo peso” ad aspettare più tempo prima di essere adottati perché, a causa dei preconcetti, è difficile trovare persone pronte ad accoglierli e iniziare insieme una nuova vita.

4 falsi miti sull’adozione di cani di taglia grande

Andiamo dritti al punto: quando si parla di cani in adozione, non ci si può permettere di essere disinformati o di basare la propria scelta su dei pregiudizi. Escludere a priori i cani di taglia grande da adottare è un errore perché in realtà si tratta di una tipologia di animali da compagnia molto adatta a diversi tipi di nuclei familiari. Ecco quindi quattro leggende metropolitane a cui non bisogna assolutamente credere.

  1. Sono cani pericolosi: categorizzare i cani in adozione in base alla taglia è il primo grave errore che molte persone compiono. Un cane non è pericoloso perché è grosso, tutto dipende da come è stato educato. Gli educatori dei canili sono persone preparate e scrupolose che aiutano gli animali a socializzare correttamente e hanno modo di osservarli per molto tempo informando così gli aspiranti proprietari sul carattere del proprio amico a quattro zampe.
  2. Non possono vivere in appartamento: quando scegli di avere un cane in adozione devi sempre avere a disposizione un po’ di spazio da dedicargli. Ma questo vale per tutte le taglie! E comunque non parliamo necessariamente di centinaia di metri quadrati: i cani di taglia grande da adottare hanno in realtà una grande capacità di adattamento e possono quindi tranquillamente vivere in appartamento. Se si dedica al proprio amico il giusto tempo fuori casa, per correre e muoversi, quello in casa è più che altro un tempo di relax.
  3. Non sono adatti a chi ha bambini piccoli: in realtà è proprio il contrario. I cani di piccola taglia in adozione sono più fragili in questa situazione, perché sono più delicati e possono essere soggetti alle intemperanze, anche inconsapevoli, dei bambini un po’ monelli. Un cane di taglia grande in adozione soffre meno se il bambino gli tira la coda o prova a sedersi sulla sua schiena. Nella fase in cui i bambini imparano a camminare, un cane di una certa altezza può anche essere un valido supporto.
  4. Fanno tanti disastri: questo pregiudizio è stato costruito negli anni da molti film che hanno avuto come protagonisti dei grossi cani pasticcioni. Eppure, i cani più grandi sono solitamente più docili e meno agitati di quelli piccoli.

I vantaggi di un cane da adottare di taglia grande

Dopo aver abbattuto i falsi miti, ora possiamo ragionare su quelli che invece sono i vantaggi di questi cani in adozione.

  • Sono molto affettuosi: statisticamente si può affermare che i cani di taglia grande manifestano il loro amore con maggiore facilità rispetto a quelli più piccoli. Se stai pensando all’adozione di cani di razza di taglia grande sappi che le più famose per il loro carattere particolarmente affettuoso sono i Dalmata, i Terranova e il Labrador. Ma questa caratteristica si ritrova anche in molti meticci.
  • Ci fanno sentire protetti: i cani più alti e con una fisicità importante impauriscono più facilmente gli estranei e quindi ci aiutano a sentirci più protetti.
  • Sono adatti a chi ama la vita all’aria aperta: una persona dinamica, amante delle passeggiate, trova tendenzialmente in un cane di taglia grande il compagno di vita ideale. Si tratta infatti di animali che condividono più facilmente questo stile di vita rispetto a cani di piccole dimensioni che si stancano più facilmente. Anche se non si possono fare generalizzazioni assolute perché esistono anche cani grandi, ma molto pigri. Rispetto a questo tema è bene ricordare che adottare un cane adulto, quindi già formato, riserva meno sorprese rispetto alle caratteristiche effettive del suo carattere.

A cosa è bene prestare attenzione

Ci sono tre elementi che vanno però attentamente considerati, proprio con l’obiettivo di affrontare l’adozione del cane in modo consapevole e responsabile. La prima è la “stazza” anche del proprietario. L’età della persona e la sua capacità fisica sono due fattori che possono giocare a favore o contro la scelta di un cane grande. Infatti, non tutti riescono a controllare un cane che pesa anche più di 35 chili. Per una persona anziana o che non ha la forza necessaria, le passeggiate possono diventare complicate.

La seconda è la questione dei viaggi. I viaggi in macchina e soprattutto quelli in aereo sono più complessi da gestire. Quindi, chi conduce una vita da “giramondo” deve esserne consapevole e, nel caso in cui scelga comunque di adottare un cane grande, deve avere a disposizione persone o strutture di fiducia a cui affidare il proprio amico a quattro zampe durante la propria assenza. Purtroppo, non a caso la maggior parte degli abbandoni avviene d’estate in concomitanza con le vacanze.

Il terzo aspetto è l’alimentazione che, ovviamente, sarà più impegnativa da un punto di vista economico rispetto a quella di un cane di piccola taglia. I cani piccoli hanno bisogno di più calorie per chilo di peso, ma un cane di 80 chili mangia comunque di più, in termini di quantità, di un cane di 2 kg. Il che vuol dire spendere più soldi, sia che si opti per un’alimentazione casalinga ben fatta che per un’alimentazione commerciale.

Dare un’opportunità a un grande amico

La sottovalutazione o la non consapevolezza di tutte le caratteristiche dell’adozione di un cane di dimensioni significative è tra le principali cause di abbandono che vanno ad alimentare il fenomeno del randagismo e il sovraffollamento dei rifugi. Tuttavia, come abbiamo spiegato in questo articolo, ci sono anche molti pregiudizi che offuscano i reali vantaggi e benefici che derivano dalla compagnia di questi grandi amici. L’adozione responsabile è la chiave per dare una nuova vita a un cane che vive in un rifugio e per riempire la tua vita di una grande dose di affetto davvero incondizionato: leggi le schede che descrivono i cani in adozione (https://www.empethy.it/petlist) nei rifugi seguiti da Empethy. È il modo migliore per farsi un’idea!

Immagine profilo autore
Team Empethy
Instagram
FacebookLinkedInWhatsApp
Cerca petSalvatiLogin
Menu